Indicazione stabilimento di produzione o confezionamento nelle etichette alimentari – è obbligo

15 settembre 2017 – Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo che reintroduce l'obbligo di indicare lo stabilimento di produzione o confezionamento in etichetta.
 
Il provvedimento nasce dalla volontà di garantire, oltre che una corretta e completa informazione al consumatore, una migliore e immediata rintracciabilità degli alimenti da parte degli organi di controllo, per un’efficace tutela della salute. L’obbligo era già sancito dalla legge italiana ma era stato abrogato in seguito al riordino della normativa europea.

Il nuovo decreto prevede un periodo transitorio di 180 giorni (dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) per adeguarsi alla nuova normativa e per lo smaltimento delle etichette già stampate, e fino a esaurimento dei prodotti etichettati prima dell'entrata in vigore del decreto ma già immessi in commercio.



Condividi su
Fipronil nelle uova: ancora rischi22/06/2018
notizia 1
Nel luglio 2017 la scoperta di residui...
continua
BRC: in arrivo la nuova versione08/06/2018
notizia 2
A seguito delle consultazioni tra gli...
continua
Archivio News
Sinergest S.r.l.
Via Pesciatina 91/A - 55012 Fraz. Lunata Capannori LU
Tel. +39 0583 378530
Fax  +39 0583 1770139
info@sinergest.com

Copyright 2015© All rights reserved

Numero Verde Consulenza Qualità