Consulenza Certificazione IFS

Lo standard tecnico IFS è stato sviluppato dall'unione Federale delle Associazioni del Commercio Tedesche (BDH), che rappresenta tutti i maggiori retailer tedeschi. Di fatto costituisce una base per la GDO tedesca sulla quale poter effettuare una verifica dei fornitori di prodotti alimentari a marchio. Lo standard, al quale ha aderito anche l’associazione francese FDC (Fèdèration du Commerce et del la Distribution), viene adottato anche dalle principali associazioni italiane di categoria.
 
Colonne portanti della certificazione in oggetto sono senza dubbio l’adozione di un piano di autocontrollo (HACCP), un sistema di gestione aziendale applicato e documentato mirato al controllo dei propri processi, un controllo dello stato ed igiene di ambienti, strutture, prodotti, personale.

La consulenza per la certificazione IFS prevede un approfondito riesame alla propria organizzazione, non solo in termini di gestione/trattamento prodotti, processi, attività, personale, ma anche in termini di stabilimento, locali, impianti, aree aziendali. Tale analisi deve portare, a fronte dei requisiti dello standard IFS, a modificare gli aspetti risultati carenti, provvedendo al contempo ad un adeguamento della documentazione aziendale tra cui manuale di autocontrollo, procedure, istruzioni, modulistica (sia essa cartacea e/o informatica).

In questa fase risulta fondamentale una verifica della completa conoscenza e recepimento del quadro legislativo inerente l’attività dell’organizzazione.  
Con la vers. 6 dello standard, IFS ha reso obbligatorio il recepimento dei requisiti relativi alla “Food Defence”, mirati a garantire la tutela del prodotto alimentare contro sabotaggi e manomissioni, interne o esterne.

Nel dicembre 2017 è stata pubblicata la revisione 6.1 dello standard.
Questa è diventata obbligatoria per tutti gli audit di certificazione e di rinnovo a partire dal 1 luglio
2018.
Le modifiche riguardano soprattutto:
1. Requisiti aggiuntivi sulla frode alimentare;
2. Modifica del requisito sulla gestione degli allergeni;
3. La descrizione delle procedure dell’Integrity Program, destinate alla gestione dei reclami,
adattate alle regole in vigore dal 1 maggio 2017;
4. Sono stati inclusi i riferimenti alla normativa corrente;
5. Inclusione obbligatoria del QR-Code sul certificato IFS al fine di verificarne l’autenticità. Il QR-
Code permette un collegamento pubblico immediato alla banca dati IFS che verifica
l'autenticità del certificato.
Queste modifiche sono state implementate modificando o aggiungendo requisiti esistenti ed
inserendo dei nuovi campi obbligatori per il rapporto di audit.

Sinergest è in grado di fornire il supporto necessario al recepimento della nuova normativa e alla sua implementazione.
Sinergest S.r.l.
Via Pesciatina 91/A - 55012 Fraz. Lunata Capannori LU
Tel. +39 0583 378530
Fax  +39 0583 1770139
info@sinergest.com

Copyright 2015© All rights reserved

Numero Verde Consulenza Qualità