Il Ministero chiarisce alcuni aspetti del D. lgs. 231 sulle etichette alimentari

E’ in vigore dal 9 maggio la nuova normativa dedicata alle sanzioni sulla disciplina delle etichette alimentari (tema già affrontato in questo articolo). Si tratta del decreto legislativo 15 dicembre 2017 n. 231 che sostituisce il d. lgs. del 1992, divenuto obsoleto a causa delle disposizioni dell’Unione Europea.

Nei giorni scorsi il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha diffuso una circolare che rappresenta una guida alla lettura del cosiddetto “decreto sanzioni”. Il documento completo è scaricabile a questo link, ma ci sono alcuni elementi che è possibile sottolineare.

La circolare si sofferma sulle responsabilità degli operatori: dal distributore al commerciante. Il MiPAAF chiarisce che per “nome” non si intende esclusivamente la denominazione dell’azienda interessata, ma anche un’indicazione o un marchio di fantasia che risulti comunque associato al responsabile. L’ecommerce, si sottolinea, è a sua volta soggetto a precisi doveri d’informazione.
Ampio spazio viene dato agli ingredienti allergenici che devono venire citati in modo esatto.

Il nuovo decreto legislativo  stabilisce le sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione degli obblighi di etichettatura previsti dal regolamento U n. 1169/2011. Le sanzioni oscillano tra 500 e 40.000 euro. La competenza delle sanzioni, chiarisce la circolare, spetta all’ICQRF. Ai Direttori degli Uffici territoriali, secondo quanto previsto dal DM 1.3.18 n. 3091.


Condividi su
Il Ministero della Salute dichiara conformi i manuali di Anacer e Italmopa07/11/2019
notizia 1
Il Ministero della Salute ha comunicato sulla...
continua
La FDA rende disponibile l'elenco dei record richiesti da FSVP27/10/2019
notizia 2
La regola finale del Foreign Foreign...
continua
Archivio News
Sinergest S.r.l.
Via Pesciatina 91/A - 55012 Fraz. Lunata Capannori LU
Tel. +39 0583 378530
Fax  +39 0583 1770139
info@sinergest.com

Copyright 2015© All rights reserved

Numero Verde Consulenza Qualità