Nuovo concetto di rischio e altre innovazioni della ISO 22000:2018

La nuova ISO 22000: 2018, Sistemi di gestione della sicurezza alimentare – Requisiti per qualsiasi organizzazione nella catena alimentare, stabilisce i requisiti per un sistema di gestione della sicurezza alimentare. Definisce ciò che un'organizzazione deve fare per dimostrare la sua capacità di controllare i rischi relativi alla sicurezza alimentare e assicurarsi che il cibo sia sicuro per il consumo.
 
NOVITÀ
La nuova ISO 22000: 2018 fornisce una nuova comprensione del concetto di rischio, distinguendo tra rischio a livello operativo e a livello strategico della gestione del sistema. Le novità nello specifico riguardano:

1. LA NUOVA STRUTTURA AD ALTO LIVELLO ISO (HLS)
Una modifica significativa allo standard è stata l'introduzione della struttura ad alto livello (HLS) comune a tutti gli standard dei sistemi di gestione ISO. Questa riorganizzazione della norma permette di facilitare l’integrazione della nuova ISO 22000 con gli altri standard ISO, con particolare riferimento ai requisiti
inerenti il Contesto dell’organizzazione, Leadership e Pianificazione.

2. DUE CICLI PDCA
La nuova versione di ISO 22000 chiarisce come il ciclo Plan-Do-Check-Act (PDCA) incida nel processo in
duplice modo, troviamo infatti due cicli che nello standard lavorano insieme. A livello superiore si colloca il primo ciclo PDCA, organizzativo, che copre a livello generale tutto il FSMS e segue di pari passo le sezioni dello standard; a livello inferiore, all’interno del ciclo PDCA organizzativo, si colloca il secondo, operativo, che copre i processi trattati all’interno del par. 8, il quale si articola tra i principi HACCP del Codex alimentarius.

3. APPLICAZIONE DEL RISK BASED THINKING
In linea con gli altri sistemi di gestione è stato introdotto il concetto di Risk Based Thinking. Come i cicli PDCA, il Risk Based Thinking è definito sia a livello organizzativo/strategico sia operativo. A livello organizzativo è stato introdotto il nuovo concetto di rischio aziendale (business risk) il quale può rappresentare per l’azienda anche l’opportunità positiva di crescita, a livello operativo il rischio è espresso
come la nota valutazione del rischio HACCP.

TRANSIZIONE
La nuova ISO 22000:2018 annulla e sostituisce la norma del 2005. Le organizzazioni certificate hanno di fronte un periodo di transizione di tre anni per passare alla nuova versione. Il limite massimo per la transizione al nuovo standard sarà quindi il 19 giugno 2021. La transizione potrà essere effettuata in qualunque momento dall’emissione a tale data.


Condividi su
Sottoprodotti origine animale: circolare del Ministero contro le contaminazioni02/03/2020
notizia 1
Il Ministero della Salute ha diffuso una...
continua
Nuovi tenori massimi di acido erucico e acido cianidrico nei prodotti alimentari03/02/2020
notizia 2
La Commissione Europea ha modificato il...
continua
Archivio News
Sinergest S.r.l.
Via Pesciatina 91/A - 55012 Fraz. Lunata Capannori LU
Tel. +39 0583 378530
Fax  +39 0583 1770139
info@sinergest.com

Copyright 2015© All rights reserved

Numero Verde Consulenza Qualità