Pubblicata la BRC Packaging Edizione 6

Il 1 agosto BRC ha pubblicato la versione 6 dello standard globale per i materiali di imballaggio. Le aziende avranno sei mesi per adeguarsi. Gli audit di certificazione a fronte della nuova versione saranno possibili a partire dal Febbraio 2020.
 
Le novità principali possono essere semplificate in 6 punti:
 
1. miglioramento dei processi utilizzati dai sistemi di gestione della qualità nei controlli degli imballaggi stampati, attraverso un approccio di analisi dei pericoli e valutazione dei rischi;
2. garanzia di omogeneità del processo di audit in tutto il mondo;
3. maggiore importanza della cultura della sicurezza e della qualità alimentare per migliorare la trasparenza e la coerenza lungo la catena di approvvigionamento alimentare;
4. semplificazione dei requisiti di igiene basati esclusivamente sul rischio;
5. introduzione di una nuova clausola fondamentale riguardante le azioni correttive e preventive, per risolvere le problematiche e minimizzare il rischio che si verifichino nuovamente;
6. introduzione di un monitoraggio ambientale microbiologico; semplificazione del programma di audit non annunciato.

Le funzionalità chiave rimangono parte integrante dello standard, come ad esempio:
- soddisfare le esigenze dei retailer e dei proprietari di marchi per ridurre l'onere dell'audit;
- un migliore riconoscimento della diversità del settore dell'imballaggio e delle esigenze dei suoi clienti;
- incoraggiare una maggiore trasparenza e tracciabilità nella catena di approvvigionamento;
- incoraggiare l'adozione della norma come mezzo per migliorare la sicurezza dei prodotti in piccoli siti e - strutture in cui i processi sono ancora in fase di sviluppo.
 
L'attenzione per questo problema è stata rivolta a:
- migliorare i processi utilizzati dai sistemi di gestione della qualità nei controlli degli imballaggi stampati e - attraverso un approccio all'analisi dei pericoli e dei rischi;
- continuare a garantire la coerenza del processo di audit in tutto il mondo;
- l'importanza di una sicurezza dei prodotti e di una cultura della qualità nel tentativo di migliorare la trasparenza e la coerenza lungo la catena di approvvigionamento alimentare;
- semplificare i requisiti di igiene basati esclusivamente sul rischio;
- introdurre una nuova clausola fondamentale, azioni correttive e preventive, per affrontare i problemi e minimizzare il rischio che si verifichino;
- basato sul rischio, mettendo in atto un programma di monitoraggio ambientale microbiologico; e
semplificando il programma di audit senza preavviso.
 
I requisiti della versione 6 si sono evoluti rispetto a quelli delle versioni precedenti. Si continua a porre l'accento sull'impegno della direzione, un programma di sicurezza dei prodotti basato sull'analisi dei pericoli e dei rischi e un sistema di gestione della qualità a supporto. L'obiettivo è stato quello di orientare il focus dell'audit verso l'implementazione di buone pratiche di produzione all'interno delle aree di produzione, riconoscendo al contempo la diversità e l'ampiezza del settore dell'imballaggio e le competenze necessarie per verificarlo.

Per approfindire: https://www.brcgs.com/



Condividi su
"Vietato congelare carne preimballata prossima alla scadenza"11/09/2019
notizia 1
"La carne preimballata prossima alla...
continua
Animali d'allevamento: da oggi il Modello 4 si compila con una App26/06/2019
notizia 2
Il Ministero della Salute ha annunciato...
continua
Archivio News
Sinergest S.r.l.
Via Pesciatina 91/A - 55012 Fraz. Lunata Capannori LU
Tel. +39 0583 378530
Fax  +39 0583 1770139
info@sinergest.com

Copyright 2015© All rights reserved

Numero Verde Consulenza Qualità